Borracce. Per un’estate plastic free!

Caldo? Bottiglietta d’acqua! Quante bottigliette d’acqua consumiamo in un giorno? Proviamo a pensarci insieme: una in borsetta, forse una o più in ufficio, nello zaino dei bimbi, durante le commissioni d’estate ne compriamo certamente più di una e se fa caldo abbiamo bisogno che sia fresca.. per ogni bottiglietta spendiamo circa 1€ o 1,50. E poi dopo averla riusata magari una o due volte…la buttiamo. Consumiamo denaro e produciamo rifiuti di plastica in quantità solo per… bere acqua! Alternative? Sì!
Per il 2021 l’Europa ha bandito bottigliette, buste, piatti, posate e bicchieri di plastica usa e getta. Le bottigliette in materiali di plastica non spariranno del tutto, ma saranno preferiti altri materiali, a quanto pare, inoltre saranno imposti alcuni accorgimenti per evitare la dispersione dei tappi.

Bene: forse è giunto il momento di cambiare abitudini. Magari a partire dal contributo che ognuno può dare ad un’estate più ecosostenibile, con meno plastica usa e getta.

Ed ecco che si fanno largo…. le borracce!

Naturasì – alcuni buoni motivi per usare le borracce ecofriendly

Lo stanno suggerendo già da da qualche tempo nei negozi Naturasì, dove viene proposto l’uso di una borraccia da 500 ml d’acciaio in alcune varianti di colore e fantasie, prodotta da 24 bottles e personalizzata per il brand della famosa catena di supermercati dell’ecosostenibilità.
La borraccia di Naturasì costa 15 euro: non è poco ma dovete sapere che nel suo genere non è delle più care, così ho voluto comprarla per mia figlia, in modo da sostituire le bottigliette che ogni giorno le davo da portare a scuola.

L’acqua del rubinetto da noi ha uno spiacevole sapore di cloro, piuttosto forte e fastidioso per chi ha un palato sensibile, perciò per ora abbiamo continuato a comprare le bottiglie da 2 litri e a riempire la borraccia travasando l’acqua da quelle. C’è sempre un acquisto d’acqua dunque, che si aggiunge a quanto paghiamo per l’acqua del rubinetto e che contribuisce a produrre rifiuti di plastica, ma insomma… almeno abbiamo ridotto di un bel po’.

Forse il prossimo passo sarà informarmi su caraffe a filtro e depuratori casalinghi, intanto però parola d’ordine: ridurre! Una specie di plastic decluttering.

E propio in questi giorni mi sono accorta che l’onda del plastic decluttering si sta già alzando proprio a partire dalle bottigliette: a quanto pare quest’estate la tendenza sarà proprio quella di promuovere fortemente l’uso di borracce ed iniziare a scoraggiare l’acquisto delle vecchie bottiglie d’acqua usa e getta.

Mentre visitavo i siti di alcune strutture che frequenteremo durante la nostra vacanza di questa estate, notavo l’iniziativa di promuovere in spiaggia l’uso di borracce, cavalcando proprio l’onda Plastic Free!

Inoltre durante un giro di shopping in un negozio d’abbigliamento di una nota catena italiana celebre proprio per orientare le proprie campagne di comunicazione e marketing con riferimento a temi sociali rilevanti, ho notato accanto alla cassa la rivendita accanto di … coloratissime borracce! Acchiappata al volo l’opportunità del tema e trasformata in merchandising. Sto parlando di Benetton naturalmente, che fa però un compromesso pop sulla scelta del materiale.

Benetton – Borracce colorate estate 2019

Ok, mi sono detta, mi avete convinta. Comprerò una borraccia anche per me e inizierò a consumare meno plastica usa e getta anche in ufficio, in spiaggia, durante le commissioni e lo shopping, potendo portarmi dietro acqua che magari si mantiene anche fresca o calda e potendo variare l’acqua con qualche tisana fredda, calda o tiepida a piacere! Bene. Si tratta solo di scegliere. In base a quale criterio, però? Estetico? Di capienza? Di leggerezza? Di materiale? Come dicevo, nel negozio Benetto i colori erano parecchi, le bottiglie sembravano leggere ed erano più economiche di quelle proposte da Naturasì, perché? Perché non erano in acciaio, ma in alluminio..e il materiale qualche differenza la fa.

Anche in parafarmacia sono comparse le borracce: erano in vendita ottime tisane che è possibile mettere in infusione anche a freddo, perfette da portare in giro in borraccia ed accanto a queste la parafarmacia proponeva proprio delle borracce, alcune particolarmente belle ma scomode (in vetro), altre più pratiche ma in materiale plastico etichettato come bpa free e con una serie di altre caratteristiche che lo renderebbero una plastica apparentemente più ecologica del classico PET.

Sono passata allora a farmi un giro anche in …internet. Ho buttato qualche oretta a navigare tra Amazon, 24 bottles e altri siti di produttori e rivenditori imparando una serie di cose, che qui condivido, curiosa di avere poi una vostra opinione.

L’apparente rivoluzione antiplastica forse in realtà – di fatto – non farà del tutto sparire la plastica ma ridurrà un certo tipo di plastica: favorirà tipologie di prodotti plastici di nuova generazione e scoraggerà il mero “usa e getta”; fomenterà un boom anche un po’ trendy nelle vendite di tutta una serie di prodotti alternativi a quelli “banditi”, alcuni dei quali saranno dei meri sostituti fatti di altri materiali (Es stoviglie in carta o fibre di mais al posto di quelle in plastica), altri invece ci saranno presentati come dei veri e propri gadget must have,come appunto ad es. le borracce e bottiglie termiche.

Se visitate il sito di 24 bottles potete capire da soli come qualcuno si sia già portato avanti da un pezzo e con stile: consigliato per i più trendy e gli amanti del design, propone diverse bottles customizzate da brand famosi e non manca la proposta del binomio arte + beneficenza che trasforma le bottiglie d’acciaio in gadget di design con firma d’autore.

24bottles – Borraccia “d’autore”

La battaglia sarà giocata nella combinazione tra stile, costi e materiali alternativi e vantaggi che ciascuno offre: durevolezza, igiene, leggerezza, praticità, utilità opzionali come ad esempio per le borracce la capacità di mantenere la temperatura delle nostre bevande.

Quindi, pronte a sbizzarrirci e a fare nostra questa battaglia contro la plastica usa e getta?

Io ho scelto le mie borracce.

E voi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...